Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

19/giu/2008 00.00 - 27/set/2008 00.00

Mostra "RITUALS" di Krištof Kintera e Ilona Nemeth

Il 19 giugno 2008 alle ore 19 sarà inaugurata presso la Galleria V.M.21 Arte Contemporanea (in Via della Vetrina 21 - 00186 Roma) la mostra "RITUALS". La mostra rimarrà aperta dal 19 giugno al 27 settembre 2008.

 

 

 

La galleria V.M.21 artecontemporanea in collaborazione con l’Istituto Slovacco e con l’Istituto Culturale Ceco presenta la doppia personale di due artisti - Kristof Kintera (CZ) e Ilona Nemeth (SK).

 

Si tratta di un´esposizione delle opere dell’artista ceco Krištof Kintera e della sua collega slovacca Ilona Nemeth. Entrambi gli artisti appartengono ai protagonisti dell’arte contemporanea, e hanno rappresentato la Repubblica Ceca e la Repubblica Slovacca alle Biennali di Venezia e alle altre esposizioni internazionali. La curatrice della mostra è Lydia Pribisova.

 

 

Il progetto Rituals ha portato gli artisti ad esaminare i rituali della società contemporanea e i suoi processi. Nella mostra sono presentate opere che trattano, riflettono, imitano certi meccanismi della società. Gli artisti focalizzano gli stereotipi, i comportamenti automatici e la manipolazione attraverso atteggiamenti codificati, reagiscono alla sovrapproduzione, al pragmatismo, all’individualismo e parodizzano le regole fondamentali dello status-quo contemporaneo. L‘attenzione della loro ricerca è rivolta alla funzione degli oggetti di uso quotidiano e le opere sono lavorate con un design perfetto, in modo da somigliare ad oggetti quotidiani.

 

Il principio comune del lavoro di Ilona Nemeth e Kristof Kintera è l’analisi sui meccanismi di funzionamento della società globalizzata attraverso la frammentazione, l‘iperbolizzazione e la trasformazione in altri contesti visivi. Gli artisti, attenti alle strategie sociali ed all’impegno civile, concentrano la loro riflessione sulle bizzarrie della società consumista e sui rapporti tra le diverse sfere sociali. Emblema di questo lavoro è l‘oggetto Fatal Egoist (la bicicletta non usabile) di Kristof Kintera, presentato nella mostra.

 

L’altra opera di Kintera è un oggetto monumentale, il lampadario nominato My light is your light che si riferisce alla serie dei lavori precedenti (Do it Yourself (After Brancusi)  2008, A bigger problem than yours 2008, There is No Way to Go Now 2008, Fatal Egoist 2008, Conflict of Interests 2004, Homegrown 2003). Caratteristico del lampadario è l‘uso ed il riciclo degli oggetti industriali comuni che diventano materiale di scultura. Traslando il contesto originale degli oggetti in una realtà diversa egli crea una situazione nuova con la sua propria logica, estetica, poetica. Nel caso del lampadario, dove l’autore ha usato dei lampioni stradali dismessi, possiamo leggere più referimenti paralleli: in merito alla funzione dell’oggetto in sé fino a contesti energico-ecolocigi del riciclare i materiali.

 

Ilona Nemeth nel video Morning riflette su un rituale quotidiano in merito al rapporto pubblico/privato: se una mattina fatta di colazione, lettura di giornali, shopping, possa essere una normale mattina in compagnia di due poliziotti in assetto antisommossa che seguono l’artista, non si sa bene se per proteggerla o minacciarla, dato che l’eccesso di sicurezza diventa una violenza nei confronti di chi dovrebbe essere protetto.

 

L’opera Pax Nexus Salvus della Nemeth è una combinazione tra il guardaroba IKEA ed il confessionale, dove Ia confusione del mondo globalizzato mischia persino i simboli dei riti religiosi privati. Si tratta dell‘interpretazione del fenomeno della confessione e del perdono, ma anche dell‘onnipotenza dello stile di vita uniforme, globale, consumista. L’opera focalizza il potere divinizzante del mercato, la manipolazione da parte dei rappresentati ufficiali della Chiesa e delle grandi corporazioni multinazionali. Il design Pax Nexus Salvus ne è un prototipo, la combinazione degli elementi tipici presenti nei confessionali fusi con il design tipico IKEA.

 

Kristof Kintera è nato nel 1973 a Praga, dove vive e lavora.  È un artista ceco, di fama mondiale, conosciuto ed apprezzato dal pubblico in Europa, negli Stati Uniti d´America ma anche in Giappone.

 

Le mostre personali (selezione)

2007        The weather is changing, A.M. 180, Prague, Czech Republic

2006        Carry on as if Everything Was Alright, Galerie Schleicher und Lange, Paris, France

2006         I am sick of it all, Moravská galerie, Brno, Czech Rep. 

2004        Super Natural Special Real, Jiří Švestka gallery, Prague, Czech Rep

2002        Can you show me what´s in your bag? Gallery Open, Bratislava, Slovak Rep.

2001        Are you all right?, La Chaufferie, Strasbourg, France

2001        It won´t be better!, Gallery Skuc, Ljubljana, Slovenia

2000        Gallery of E.Filla, Usti nad Labem, Czech Republic

1999        Painting is watching you, Šternmberský palac, National Gallery Prague, Czech Rep.

1999                    Talkmen, Gallery of the City of Prague, Prague, Czech Rep

 

Le mostre colletive (selezione)

2007        Czech Point, Arsenal Gallery, Poznaň, Poland

2006        One million years, Palais de Tokyo, Paris, France

2006        Art Rock“, Rockeffeller Plaza, New York, USA

2005        Yes Yes Yes Yes – Difference and Repetition in Pictures of the Olbricht Collection”,   Leverkusen, Germany

2005                  Positioning, In the New Reality of Europe, The National Museum of Modern Art,   Osaka

2005                  Hiroshima City Museum of Contemporary Art, Museum of Contemporary Art, Tokyo, Japan

2005        Low tech Arti et Amicitiae, Amsterdam, Netherland

2005        Prague Biennale II, Praha, Czech Rep

2004        Insiders, Dům pánů z Kunštátu, Brno, Czech rep.

2004        Free entrance, Bawag Fundation, Wien, Austria

2003        Prague Biennale I, Veletržní palác, Prague, CZ

2003        Survey, Galerie Futura, Praha, CZ

2002        Corps et traces”, Musee des beaux-arts Nancy, France

2001                  Trienalle of small sculpture, Fellbach, Germany

 

Collezioni:
National gallery Prague, Prague City gallery, Rubell Family Art Collection - Miami, Fogg Art Museum, Boston, Galerie Behémot, Museum der Moderne -Salzburg, Jerry I. Speyer, New York, Thomas Olbricht, Thomas Newbold, Europaisches Patentamt - Munchen and other private collections

 

Ilona Németh è nata nel 1963 a Dunajská Streda, dove vive e lavora.

 

Mostre personali (selezione)

2006        Arrivals, Modern Art Oxford, Oxford, UK

2005        Németh Ilona, Közelítés Galéria, Pécs, H

2004                 Retrospective, Győri Városi Múzeum, Győr, H

2003        Ilona Németh / Karol Pichler, Brämerova kúria (Slovak National Museum), Bratislava, SK 

2002        Public Privacy, Műcsarnok - Kunsthalle, Budapest, H

                2001                 Invitation for a Visit (with Jiří Surůvka), 49. La Biennale di Venezia, Pavilion of the Czech and Slovak Republic,        2000         Expo Hannover 2000, Hannover, D                                                   

        1999                 1+1=3 (Rónai, Péter), Kortárs Művészeti Múzeum – Ludwig Museum - Museum of Contemporary                 Art,  Budapest, H

1998        Vista Point, Sausalito, Headlands Center for the Arts, California, USA

1998                 Einladung zu einem Stück Kuchen…, KulturKontakt-Atelier, Wien, A

 

Mostre collettive (selezione)

2006                 Domestic Goods, A.I.R. Gallery, New York, USA

2006                 Autopoesis, Slovak National Gallery, Bratislava, SK

2006        Bucarest Biennale, Bucarest, RO

2005                 Positioning, The National Museum of Art - Osaka, Hirosima City Museum of Contemporary Art – Hirosima, Museum                 of Contemporary Art – Tokyo, Japan

2005                 Praguebiennale2, Karlín Hall, Praha, CZ

2004        Check Slovakia, Neue Berliner Kunstverein, Berlin, D

2004        Passage D’Europe, Museum of Modern Art, St. Etienne, F

2003        Solares / 2. Biennale de Valencia, Valencia, E

2001        New Connection, World Financial Center, New York, USA

2001        Sous les ponts, le long de la riviere, Casino Luxemburg, Luxemburg, L

2000        After the Wall – Kunst und Kultur im postkommunistischen Europa, Nationalgalerie im Hamburger Bahnhof –                 Museum für Gegenwart, Berlin, D

2000        Cross Female – Metpharen des Weiblichen in der Kunst der 90er Jahre, Künstlerhaus Bethanien, Berlin, D

2000        History of Slovak Fine Art – 20th Century, Slovak National Gallery, Bratislava, SK

1999        Slovak Art for Free, 48. La Biennale di Venezia 1999, Pavilon d´Slovacca, Venezia, I

 

Collezioni:

Slovak National Gallery, Bratislava, SK, Bratislava City Gallery, Bratislava, SK, Ludwig Museum-Museum of Contemporary Art, Budapest, H, Považská galéria umenia /  Museum of Art, Žilina, SK

Gallery of Contemporary Hungarian Artists, Dunajská Streda, SK

 

Per maggiori informazioni:

 

V.M.21 artecontemporanea

Via della Vetrina, 21 – 00186 Roma

Tel/Fax (0039) 06.68891365

info@vm21contemporanea.com

www.vm21contemporanea.com

Orari: lunedì-venerdì 11.00/19.30 - sabato su appuntamento

 

www.kristofkintera.com
www.ilonanemeth.sk 

 

 

 

Luogo di svolgimento:

Via G.B. Morgagni 20
20129 Milano
Italia

Data

Da: 19/giu/2008 00.00
A: 27/set/2008 00.00

Organizzatore principale:

La galleria V.M.21 Arte Contemporanea


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato