Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

29/mag/2007 00.00 - 16/giu/2007 00.00

Il mondo magico di Štěpán Zavřel

L´Istituto Culturale Ceco ha l´onore di invitare la S. V. all’inaugurazione della Mostra Internazionale d´Illustrazione per l´infanzia intitolata “Il mondo magico” di Štěpán Zavřel che avrà luogo martedì 29 maggio 2007 alle ore 18,00 presso la sede dell’Istituto Culturale Ceco, via Costabella 28, Roma.

Štĕpán Zavřel è nato nel 1932 a Praga dove ha frequentato la Facoltà delle Arti Cinematografiche, specializzandosi nei film d’animazione. Nel 1959, con una fuga rocambolesca, lascia il suo paese e arriva in Italia al campo profughi di Trieste. A fine anno si iscrive alla Facoltà di Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel 1963 si stabilisce a Monaco dove, alla Kunst Akademie, approfondisce i suoi studi sulla scenografia e il costume teatrale. Dal 1965 al 1968 dirige a Londra la sezione del film animato dello Studio Richard Willims. Si stabilisce, infine, a Rugolo di Sàrmede, dove continua la sua attività di pittore e di illustratore di libri per bambini. Nel 1971 fonda con Otakar Bozejovsky la casa editrice bohem press. Il suo interesse per il mondo dell’infanzia lo porta ad organizzare, con la partecipazione dei bambini, delle esposizioni in Norvegia, in Svizzera, in Sudafrica, in Italia, in Germania, negli Stati Uniti, in America Centrale e in Spagna. Nel 1982 viene invitato dal Metropolitan Museum of Art a New York per presentare l’esposizione delle sue opere sul tema Venezia domani. Ha ottenuto i seguenti premi: nel 1971 la segnalazione per il più alto indice di gradimento in Spagna per il libro Vodnik e la placchetta d’oro alla Biennale dell’Illustrazione di Bratislava per il libro Die Verlorene Sonne nel 1981 la Lista d’onore Deutschen Jugenbuchpreis e nel 1984 l’Osterreichischer Staadtpreis per l’illustrazione del libro Das Hirtenlied nel 1988 il primo premio Critici in erba alla Fiera del Libro di Bologna per il libro La città dei fiori e nel 1989 il primo premio Europeo di Letteratura Giovanile Pier Paolo Vergerio per Venezia domani. Štĕpán Zavřel è deceduto nel febbraio del 1999.

 

A otto anni dalla tragica scomparsa, Štěpán Zavřel viene onorato all’Istituto Culturale Ceco con un’ampia retrospettiva promossa dalla Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’infanzia, essa stessa "creatura" del grande illustratore ceco. La rassegna si propone di focalizzare a tutto tondo l’attività artistica di Zavrel, grandissimo illustratore ma anche animatore di film e artista originale quando vuole misurarsi con la pittura, dagli oli alle tecniche miste, dalla silografia all’affresco. Sono 40 in tutto le opere esposte a Roma, concesse da collezionisti e musei italiani, svizzeri, tedeschi e francesi. Tra le illustrazioni più famose del grande maestro, la mostra propone una sequenza di tavole di quella che è forse la sua opera più ammirata e diffusa, la Bibbia raccontata ai bambini, realizzata per la Bohem Press, casa editrice della quale è stato per 26 anni l’art director e pubblicata in Italia con il titolo "In Cammino con Dio".

 

Sopra ogni altra cosa a questo grandissimo maestro ceco, va il merito di aver restituito all’illustrazione per l’infanzia la dignità di arte. Moltissimi gli inediti, esposti accanto a disegni che, stampati nei libri per bambini, hanno girato il mondo a corredo di testi tradotti in decine di lingue.

 

Sono noti i cardini della sua poetica illustrativa, una lezione che si fonda su quattro elementi:

  1. arte,
  2. maieutica,
  3. messaggio,
  4. autonomia. 

Infatti sopra ogni altra cosa a Zavřel va il merito di aver restituito all’illustrazione per l’infanzia la dignità di arte, costruita passo dopo passo sull’eredità delle tradizioni artistiche del passato e sulle correnti illustrative provenienti da altre culture. L’illustrazione come maieutica è il secondo cardine: aiutare ciascun illustratore ad esprimere il proprio linguaggio artistico. Fondamentale ancora l’attenzione al contenuto: ogni libro illustrato, ogni tavola, deve trasmettere un messaggio; parallelamente al testo scritto, deve educare, ma soprattutto indurre alla riflessione sia il bambino che l’adulto. Quarto elemento della poetica zavreliana è l’autonomia, che svincola l’artista dai vincoli spesso costrittivi delle consuetudini editoriali per l’infanzia. L’illustrazione è arte e l’arte non può subire condizionamenti.

 

La mostra rimarrà aperta dal 29 maggio al 16 giugno 2007 ed è accessibile al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17.

 

Ingresso libero

 

Segue rinfresco

Luogo di svolgimento:

Via G.B. Morgagni 20
20129 Milano
Italia

Data

Da: 29/mag/2007 00.00
A: 16/giu/2007 00.00

Organizzatore principale:

České centrum


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato