Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

21/giu/2012 - 02/lug/2012

Il Giardino delle Esperidi Festival 2012

All‘insegna dell’arte ceca il Festival del Giardino delle Esperidi di quest’anno, che vede la partecipazione di ben due compagnie teatrali ceche di fama internazionale, il gruppo di danza contemporanea DOT 504 con la performance Man Hunt e il mimo Vojta Švejda con la sua opera Polaris - Drifting theatre show. I DOT 504 si esibiranno, in prima nazionale, a Olgiata Molgora, Casa Gola Venerdì 22 Giugno alle ore 22.00 e in replica Sabato 23 Giugno sempre a Olgiata Molgora, Casa Gola dalle 22.30, mentre Vojta Švejda con Polaris. Drifting the Theathre Show Domenica 24 Giugno a Santa Maria Hoè, Casa Semenza alle ore 17.00 e alle ore 21.00. Per maggiori informazioni sul Festival e su come raggiungerlo visitare http://www.scarlattineteatro.it/page.asp?load=793 ¸ http://www.italiadiscovery.it/dettaglio_art.php?id=690

 

 

 

 

 

Forme d'arte che si contaminano e ricerca tra generi che si sperimentano nel territorio del distretto dei monti e dei laghi briantei, intersecando sia da un punto di vista materiale che simbolico un cammino che collega Campsirago alla dorsale del San Genesio, passando per il cuore del Monte di Brianza, fino alle pendici del Monte Barro, nella cornice di Sala al Barro, evento di notevole richiamo dell'ECOMUSEO, Distretto dei Monti e dei Laghi Briantei.

Spettacoli, cinema, musica, poesia, incontri, laboratori, attività per bambini. Tutto pensato come una mappa ideale di vagabondaggi e sperimentazioni.
Da giugno a luglio 2012, nelle cascine e nella dimore storiche di Santa Maria Hoè, Colle Brianza, Galbiate, Valgreghentino e Olgiate Molora, prende vita l'ottava edizione del festival Il giardino delle esperidi, forme d'arte che si contaminano nel cammino. Teatro, danza, musica e poesia in mezzo alla natura si sperimentano nel territorio del distretto dei monti e dei laghi briantei, collegando la dorsale del Monte di Brianza agli antichi borghi che insistono sull'area. Prerogativa del Festival è l'interesse verso forme d'arte contemporanea in stretta connessione con il tema del cammino, inteso come paesaggio e meoria, luogo di sguardi e incontri, spazio della circolazione dell'essere.
Nella cornice dei borghi e dei sentieri del Monte di Brianza, luoghi paesisticamente e culturalmente significativi, le Esperidi 2012 presenteranno un programma assi vario: spettacoli teatrali, performances, concerti, danza, itinerari artistici in mezzo ai boschi, spettacoli per bambini, mostre fotografiche e presentazioni di libri.

Il Giardino delle Esperidi 2012

Campsirago, tra giugno e luglio 2012 Festival di teatro, musica e poesia nei borghi e sui sentieri del Monte di Brianza - 8° edizione
Informazioni e prenotazioni
tel. (+39) 039 570220
cell. 348 6600187 / 349 5755937 / 348 8556258

http://www.italiadiscovery.it/dettaglio_art.php?id=690

 

Mah Hunt

Olgiate Molgora, Casa Gola Venerdì 22 giugno, ore 22.00 - Sabato 23 giugno, ore 22.30

produzione / production DOT504
ideazione e coreografia / concept and choreography Lenka Vágnerová & Pavel Mašek
con / with Lenka Vágnerová, Pavel Mašek
musica / music Ondřej Smeykal and collage
scenografia e costumi / scenography and costumes Jakub Kopecký
luci / lighting design Jakub Kopecký, Jan Mlčoch
prima nazionale
durata: 55 min

Nell’unica data italiana prima dell’inaugurazione dei Giochi Olimpici di Londra, gli artisti Lenka Vágnerová e Pavel Mašek rilevano il contrasto tra la caccia, aspetto naturale dell’essere umano, e l’intimità. Rappresentano e introducono al gioco appassionato di due persone. Il precipizio, la lotta inesausta, ma anche il rispetto reciproco si intrecciano armoniosamente e il cacciatore può facilmente farsi preda.
Coreografia e performer di raffinatissima e potente dinamica, unito a trovate brillanti, umorismo e poesia: tutto questo è Mah Hunt.

Non appena i loro corpi sinuosi sono scivolati sul palco, confondendosi con la musica, sono rimasta ipnotizzata. Questo stupefacente ed esaltante lavoro di teatro fisico supera davvero i limiti di qualsiasi cosa vista prima. L’originalità della loro partitura fisica altamente professionale toglie il fiato.
Ninga Vangeli, «Mladá Fronta Dnes»

La simbiosi di Vágnerová e Mašek è qualcosa da vedere – movimento e originalità tanto imperdibili da non voler battere le ciglia per paura di perdersi qualcosa di straordinario. In Mah Hunt, Vágnerová e Mašek raggiungono il quasi-impossibile: rendere la crudeltà meravigliosa.
Will Noble, «The Prague Post»

DOT504
È la prima compagnia professionale di physical theatre della Repubblica Ceca. È stata fondata nel 2006 dall’attuale direttrice artistica Lenka Ottová. La volontà di Lenka Ottová fu quella di fondare una compagnia riconosciuta a livello internazionale che ancora mancava in Repubblica Ceca che avrebbe promosso la ricerca e lo sviluppo all’interno dello scenario della danza contemporanea.
Gli obiettivi sono stati pienamente raggiunti, confermati dal successo che la compagnia vanta sia a livello nazionale che internazionale.

 

Polaris

Drifting theatre show

Domenica 24 giugno Santa Maria Hoè, Casa Semenza, ore 17.00 e ore 21.00

produzione / production Vojta Švejda
progetto / concept Vojta Švejda, Jan Beneš
supportato da / supported by Comune di Pragua, Motus C.A., Alfred ve Dvoře Theater Production e Duncan Centre
con / with Vojta Švejda, Jan Beneš
luci / lighting design Tereza Benešová
musiche / music Jan Kalivoda
120 posti a replica (prenotazione consigliata)
durata: 1 ora

Realtà contro immaginazione.
Condizioni insostenibili contro l’esistenza.
Il tepore delle memorie contro il fottuto freddo.
Performance sulla solitudine, l’amicizia, l’attesa di soccorsi che non arrivano, sulla fedeltà e la speranza. Una performance sulla perdita delle cose, delle coscienza, dei valori, di chi amiamo.

Sul desiderio di perdersi, essere dispersi e far sentire la propria mancanza. Una performance piena di romanticismo, così difficile da trovare oggi.

«Che miseria e che orrore immaginare questo uomo solitario seduto tra i terribili e desolati ghiacci! Il cielo è blu, in apparenza imponentemente vicino, tanto che un uomo può saltare e toccarlo, il mondo appare come la culla di un bambino, finché la linea dell’orizzonte sembra più alta del punto in cui l’uomo si trova e il sole si alza nel cielo, nascosto solamente da una luminosa foschia.»
Jan Welzl – viaggiatore polare e scrittore

«Il nostro stile è bastato sulla sottile e precisa espressione che nasce dall’immobilità e dall’attesa. Ci interessa il movimento interiore del pensiero e il corpo immobile in un contesto sempre in movimento. Entrambi i personaggi incarnano così immagini surreali, sviluppati nella loro condizione di gelo e fame attraverso i loro tormentati pensieri.»
Jan Beneš &Vojta Švejda

Vojta Švejda
Classe 1976, si diploma presso Janacek Conservatory – dipartimento teatrale di Ostrava e prosegue la sua formazione presso Art Academy H.A.M.U. di Praga – dipartimento Commedia e Linguaggi non verbali. Autore, mimo e autore, collabora attivamente con note realtà dello scenario contemporaneo ceco e internazionale e numerosi festival site specific di Praga.

 

 

 

Luogo di svolgimento:
Monte di Brianza
Data

Da: 21/giu/2012
A: 02/lug/2012

Organizzatore principale:


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato