Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

13/nov/2011 17.00

"Il Divino Boemo" da Mysliveček a Dvořák, capolavori dei maestri cechi

Il concerto “Il Divino Boemo” (soprano, flauto, pianoforte), inserito nella rassegna “Appuntamenti al San Domenico” - stagione concertistica 2011/2012, è organizzato dalla Fondazione San Domenico di Crema (Cr) e si svolgerà domenica 13 novembre, a partire dalle ore 17:00 presso il Teatro San Domenico di Crema (Cr).

Flauto, soprano e pianoforte

Hana B. Colombo (flauto)

Si è diplomata brillantemente in flauto presso il Conservatorio di Brno (Rep. Ceca) completando in seguito i suoi studi presso “The Music Faculty at the Academy of Performing Arts” di Praga. È vincitrice di numerosi concorsi nazionali e nel 1990 ha ricevuto un prestigioso premio della fondazione ceca “The Czech Music Fund Fundation” per la miglior interpretazione della Sonata di Bohuslav Martinů.
Dal 1996 – anno del suo arrivo in Italia – svolge attività concertistica sia come solista, sia in diverse formazioni da camera ed inoltre collabora con varie orchestre. Il suo repertorio spazia dal barocco fino alla musica contemporanea, con particolare interesse per J.S. Bach e per i compositori romantici italiani nonché per i compositori cechi del XX secolo. Si è esibita nelle varie rassegne musicali di Padova e di Bergamo, alla Triennale di Cremona (con l’arpista francese Isabelle Perrin), al festival internazionale MiTo a Milano, oltre a partecipare a  numerosi concerti nella Repubblica Ceca. Colombo si impegna nel promuovere la musica italiana per flauto nella Rep. Ceca e quella ceca in Italia – con conferenze sulla Scuola flautistica italiana presso il Conservatorio di Brno, con articoli sui compositori cechi vissuti in Italia pubblicati nelle riviste musicali ceche, oltre a vari recitals tematici –  incide regolarmente per la Radio Nazionale Ceca. Ha eseguito in prima assoluta i brani di Arnoldi, Cattaneo, Bárta, Matys ed altri, ed alcune di queste composizioni le sono state dedicate. È stata intervistata dalla Radio Classica di Milano, dall’ “Eco di Bergamo”, ed ha fatto alcune esibizioni per la TRS Tv. Ha collaborato e collabora con diverse case editrici (come ad esempio Zimmermann Frankfurt, casa editrice della Radio Nazionale Ceca “Vydavatelství Českého rozhlasu”). È uno dei componenti del comitato scientifico del “Laboratorio Jan Novák” presso la Civica Scuola Musicale “Zandonai” di Rovereto, del comitato artistico dell’Associazione “Progetto Mozart” di Fara Gera d’Adda (Bg), ed inoltre ha collaborato e collabora con il Consolato Onorario della Rep. Ceca a Milano, con l’Associazione dei Connazionali della Repubblica Ceca e con l’Istituto Culturale Ceco a Milano. Nel 2005 è stata invitata a far parte della prestigiosa Czechoslovak Society of Arts and Sciences, Inc. (Washington – Brno). Da più di vent’anni è attivamente impegnata come docente di flauto e musica da camera.

Martina Stacherová (soprano)


Sin da giovanissima si dedica allo studio del pianoforte e del canto. Nel 1998 si diploma in canto lirico al Conservatorio di České Budejovice (Rep. Ceca) con il massimo dei voti e nello stesso anno è ammessa all’Università Mozarteum a Salisburgo, dove studia canto per un anno con Lilien Sukis.
In seguito al suo trasferimento in Italia nel 1999, entra al Conservatorio “G. Verdi” di Milano dove prosegue lo studio del canto nella classe della M° R. Crosatti sino al conseguimento del diploma. Nel 2001 partecipa al corso sul repertorio italiano dell’Ottocento tenuto da R. Scotto a Milano. Nel 2007 si laurea in canto lirico al Conservatorio L. Marenzio di Brescia.
Già durante gli anni di formazione nella Repubblica Ceca matura esperienze significative e debutta al Teatro di České Budejovice nell’opera “Dido and Aeneas” di H. Purcell. Per due anni fa parte della compagnia barocca “Capella Accademica”, con la quale porta in scena alcune opere di G.F. Handel in diverse località della Repubblica Ceca e al Festival Internazionale “Primavera Praghese”. Tiene frequentemente concerti per il Consolato Generale della Repubblica Ceca. Ha collaborato con diverse orchestre in tutta Italia, tra le quali la Bozen Baroque Orchestra, ed ha partecipato al Concerto d’Inaugurazione della A.M.I. Brescia con Astana Chamber Orchestra – Giappone. Nell’ambito della musica vocale da camera, collabora con diversi musicisti in progetti musicali che spaziano dal canto gregoriano alla musica contemporanea.

Mariana Wenzlová (pianoforte)


Ha iniziato da giovanissima gli studi di pianoforte e canto proseguendo poi presso il Conservatorio di Bratislava (Slovacchia) nella classe pianistica del Prof. Peter Čerman, dove si è diplomata nel 1998. Successivamente ha studiato presso l’Università di Musica e di Belle Arti di Bratislava nella classe del Prof. Daniel Buranovský, laureandosi nel 2003. Dal 1995 al 2005 ha partecipato a vari masterclasses in Slovacchia ed Austria sotto la guida di Riccardo Bovino, Janna Polyzoides ed Eugen Indjic. Ha completato la sua formazione professionale partecipando al programma internazionale Erasmus presso la Facoltà di musica, danza e media di Oulu Polytechnics in Finlandia. Durante i suoi studi ha lavorato come docente di pianoforte e come collaboratrice pianistica presso alcune scuole di musica della capitale slovacca collaborando inoltre, come pianista con l'Orchestra da Camera di A. Jablokov. Dal 2003 al 2006 ha svolto attività didattica come docente di pianoforte e collaboratrice pianistica presso il Conservatorio Cattolico di Bratislava. In Slovacchia è stata tra i fondatori di alcuni progetti internazionali finanziati dall’Unione Europea, progetti dei quali è stata anche coordinatrice (creazione ed organizzazione delle attività e scambi culturali). Con il trio [IO TOGLIEREI TRIO GIA’ SI CAPISCE DAL NOME] “Trio di musica” si è esibita in varie rassegne musicali ed ha realizzato diverse incisioni per la Radio e la TV slovacca.
Dal 2006 vive in Italia ed attualmente è docente di pianoforte presso l’Associazione Culturale Giuseppe Tassis di Dalmine (BG).

 PROGRAMMA:

Jan Václav STAMITZ (1717 – 1757)        

Prestissimo dal Concerto in Do magg. (flauto e pianoforte)

Josef MYSLIVEČEK (1737 – 1781)                          

“Sarete alfin contenti”  aria dell’opera “Bellerofonte”

Vilém BLODEK (1834 – 1874)                    

Fantasia e Capriccio (flauto, pianoforte)

 Antonín DVOŘÁK (1841 – 1904)                

Lieder                                                                  

Bedřich SMETANA (1824 – 1884)                             

aria di Barbara dall’opera “Hubička” (Il bacio)        

Joseph V. KÖHLER (1809 – 1878)                             

Fantasia su “Un ballo in maschera” di G. Verdi (flauto e pianoforte)

Cesare CIARDI (1818 – 1877)                    

“L’usignuolo”  Op. 61
romanza per soprano,  (flauto e pianoforte)

Luogo di svolgimento:
Teatro San Domenico di Crema, Piazza Trento e Trieste, Crema (Cr)
Data

13/nov/2011 17.00

Organizzatore principale:

patrocinio/záštita


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato