Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

24/ago/2006 00.00 - 08/set/2006 00.00

Festival Delle Nazioni

Città di Castello: 24 Agosto - 8 Settembre 2006: XXXIX edizione dedicata alla Repubblica Ceca

Giunge alla trentanovesima edizione il Festival delle Nazioni di Città di Castello. La Repubblica Ceca sarà lo Stato ospite della prestigiosa manifestazione umbra del 2006 che così riprende quel viaggio fra i Paesi rientrati a far parte in questi anni del tessuto politico e culturale dell’Unione Europea. Il Festival  leverà il sipario il 24 agosto per concludersi l’8 settembre.

Uto Ughi, Moni Ovadia, Roberto Fabbriciani, Massimiliano Damerini, David Riondino, Ivana Monti, la Janacek Philarmonic Orchestra, l’Orchestra della Toscana, i Filarmonici di Roma, il Balletto del Teatro Nazionale di Praga che eseguirà coreografie di Jiři Kylián e Petr Zuska, Mimmo Cuticchio e l’Opera dei Pupi, questi sono solo alcuni tra i protagonisti della programmazione estremamente varia e ricca del Festival delle Nazioni 2006 che anche quest’anno, come da tradizione, percorrerà trasversalmente tutti le discipline artistiche dando ampio spazio principalmente alla musica -  leit motiv sempre sotteso alle sue linee programmatiche - accostata al grande teatro, alla danza, alla letteratura.
Un omaggio sarà tributato principalmente ai tre musicisti boemi padri fondatori della cosiddetta Scuola nazionale, Bedřich Smetana, Antonín Dvořàk, Leós Janáček, a Bohuslav Martinů,  al compositore contemporaneo praghese Ondrej Kukal al quale il Festival ha commissionato un nuovo lavoro che sarà eseguito in prima assoluta, ai compositori italiani Fabrizio Festa, Pino Cangialosi, alle due compositrici praghesi Michaela Planchká e Jana Vöröšová, tutti autori delle musiche originali del progetto teatrale Il Viaggio a cura di David Riondino e Fabio Battistelli, che saranno anch’esse eseguite in prima assoluta.
Ma le scelte si spostano anche sulle grandi personalità che tanto furono influenzate dalla cultura boema, come ad esempio il grande Mozart - di cui quest’anno ricorrono i 250 anni dalla nascita - che non solo completò il Don Giovanni nella sua sosta a Praga, ma ne vide il debutto nel 1787 proprio nella capitale ceca al Nationaltheater; o Gustav Mahler: “L’esperienza di Mahler, - suggerisce Aldo Sisillo direttore artistico del Festival -  boemo di nascita ma rappresentativo delle espressioni più profonde di quel periodo storico di grandi rivolgimenti che coinvolse tutta l’Europa a cavallo tra '800 e '900, è emblema di un altro filone in cui si è sviluppata la cultura musicale di questa nazione”; e ancora Richard Strauss, emblema di quella decadenza della musica post-romantica mitteleuropea che egli porta al limite estremo.
Ancora un omaggio a un altro celebre praghese, al grande coreografo Jiři Kylián - autore di creazioni ormai entrate a far parte della storia della coreografia mondiale - che nel suo lavoro riesce sempre a fondere in un unico stile l’attenzione e l’utilizzo delle tecniche moderne e accademiche ad una inconfondibile vena folklorica. Non poteva mancare, inoltre, una parte dedicata alla cultura ebraica, tanto presente e madre del gesto artistico più alto nelle civiltà slave, rappresentata in questo caso da Moni Ovadia.
E per cominciare tutto si parte da Praga, e dal suo Black Light Theatre diretto da Jiří Srnec - la compagnia che ha inventato e diffuso in tutto il mondo la tecnica del “teatro in nero” - che renderà conto al pubblico di un’altra grandissima tradizione boema. In piazza Matteotti a Città di Castello giovedì 24 agosto nella preapertura del Festival presenterà a tutta la città un’antologia del proprio repertorio dal titolo The Best of Black Light Theatre, che con umorismo singolare, tecnica raffinata e atmosfere rarefatte e notturne creerà magie visive e sonore di straordinario fascino

La XXXIX edizione del Festival delle Nazioni cercherà dunque di offrire un quadro che possa dare stimoli per una conoscenza più approfondita di questo grande paese che può sicuramente essere definito per la sua storia e per l’importanza dei protagonisti della sua cultura: “Cuore d’Europa”.

Per informazioni :
Associazione Festival delle Nazioni O.N.L.U.S.
Via Marconi 8/a - 06012 Città di Castello (Pg)
Tel. 075 852 11 42 Fax 075 855 24 61
www.festivalnazioni.com   info@festivalnazioni.com

 

Luogo di svolgimento:

Via G.B. Morgagni 20
20129 Milano
Italia

Data

Da: 24/ago/2006 00.00
A: 08/set/2006 00.00

Organizzatore principale:

Festival Delle Nazioni


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato