Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

09/dic/2013

La notte del confessore di Tomáš Halík

Il Centro Ceco è lieto di invitarVi alla presentazione del libro "La Notte del confessore" di Tomáš Halík , che si terrà presso il Centro Ceco nella nostra sala in Via G.B.Morgagni 20 lunedì 9 Dicembre alle ore 18.30. Da uno dei più apprezzati e noti (e probabilmente il più noto) intellettuali cattolici dell’Europa dell’Est, un’originale riflessione sulla fede come paradosso: per riscoprire il significato del “prendere su di sé la propria croce”. Al cuore del cristianesimo c’è la storia della Pasqua: il grande paradosso della vittoria attraverso la sconfitta. Il libro scaturisce dall’esperienza dell’Autore che, trascorrendo molte ore in confessionale – attraverso l’ascolto attento, paziente e di continuo discernimento – ha potuto toccare con mano delusioni, vuoti interiori, crisi del “sistema religioso” (da qui il titolo). Questo gli ha permesso di cogliere, attraverso le storie umane individuali, l ’esistenza di malesseri diffusi e ricorrenti che riguardano tutti. Intervengono: Mons. Tomáš Halík, Autore del libro, Dott. Giorgio F. Aletti, console onorario della Repubblica Ceca, Mons. Francesco Braschi, Direttore della Classe di Slavistica dell’Accademia Ambrossiana e Sr Paola Fosson, Responsabile Editoriale Libro Paoline. Vi aspettiamo al Centro Ceco di Milano, Via G. B. Morgagni 20 Milano alle ore 18.30. La presentazione del libro è realizzata in collaborazione con Editoriale Libri Paoline.

Halík esprime la convinzione che le crisi (modi di pensare, esperienze, comportamenti), anche le “crisi di religione” non vadano evitate o eluse, ma attraversate e vissute come enormi finestre di opportunità che Dio apre per ciascuno. Invita dunque a non cercare un Dio accomodante, bensì a riscoprire il significato del prendere su di sé la propria croce, perché il cristianesimo non è prima di tutto un “sistema di testi dogmatici”, ma un metodo, una via, un percorso sulle tracce di Colui che non si è sottratto al Getsemani, al venerdì santo, prima di vivere la luce del sabato santo.Scrive l’autore “Le mie riflessioni cercano di dimostrare che il paradosso della fede non è semplicemente un argomento di speculazione teologica. Esso può anche essere vissuto e diventare la chiave per comprendere la situazione spirituale e le sfide dei nostri tempi.

Spero che i capitoli del libro offrano ai lettori qualche opportunità di riflessione attenta (sul mondo attorno a loro, sul mistero della fede e su loro stessi). Ma stimolino pure a momenti di contemplazione serena, e anche a momenti di piacevole divertimento, perché chi scrive ha sperimentato queste tre espressioni di grande gioia nell’atto di descriverle”.

 

Mons. Tomáš Halík

Nato nel 1948 a Praga, negli anni Sessanta si laurea in sociolo­gia, filosofia e psicologia alla facoltà di filosofia dell’Università Carlo di Praga.

A causa della situazione politica del Paese, fino al 1989 non può dedicarsi all’insegnamento. Intanto esercita di­verse professioni, l’ultima delle quali lo vede impegnato come psicoterapeuta tra i tossicodipendenti. Negli anni Set­tanta opera nelle cosiddette « strutture illegali della Chiesa cattolica ». Nello stesso periodo studia teologia e viene segretamente ordinato sacerdote nell’ex Germania Est.

Attualmente è insegnante di sociolo­gia alla facoltà di filosofia dell’Univer­sità Carlo di Praga, rettore della chiesa del Santissimo Salvatore (per la pasto­rale degli studenti universitari) e presi­dente dell’Accademia Cristiana Ceca. È impegnato nella vita pubblica, in varie iniziative civili e nei media. In patria è forse l’intellettuale cattolico più noto, anche per i suoi libri di spiritualità in­dirizzati al grande pubblico.

Nel 2011 ha vinto il Premio per il mi­glior libro europeo di teologia cattolica dell’anno, riconoscimento che gli è stato assegnato a Vienna.

 

Luogo di svolgimento:

Via G.B. Morgagni 20
20129 Milano
Italia

Data

09/dic/2013

Organizzatore principale:

Centro Ceco


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato