Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

05/giu/2015 18.00

Una serata commemorativa dedicata a Jan Hus a Milano

Il Centro Ceco – in collaborazione con il Consolato onorario della Repubblica Ceca, l´Associazione dei Connazionali e degli Amici della Repubblica Ceca di Milano e CzechTourism – organizza una serata commemorativa in occasione del 600° anniversario della morte di Jan Hus. L'evento si terrà il 5 giugno 2015 alle ore 18 presso la sala Accademie E. R. Galbiati della Biblioteca Ambrosiana. L´incontro sara preceduto da una preghiera ecumenica presso la chiesa del Santo Sepolcro, a partire dalle ore 16:30. Il titolo dell´appuntamento sarà "Jan Hus e la sua lotta per la chiesa pura". Durante la serata interverranno Mons. Franco Buzzi, console onorario della Repubblica Ceca Giorgio F. Aletti, Don Gianluigi Panzeri, il vescovo della Chiesa cecoslovacca hussita Filip Štojdl, il vicario della Chiesa cecoslovacca hussita Lukáš Jan Bujna e la Prof.ssa Marina Benedetti dell´Università Statale di Milano. É prevista la presenza dell’ambasciatore della Repubblica Ceca presso la Santa Sede dott. Pavel Vošalík.

Jan Hus – all’inizio un ligio prelato cattolico e pedagogo universitario – incontrò lungo la sua strada e il suo impegno per la riforma della Chiesa il pensiero del teologo inglese John Wyclif (1330-1384). In contrasto col principio in base al quale la Chiesa doveva essere garante universale della salvezza, Hus promosse la fede intima del cristiano, disponibile a sottomettersi all’autorità temporale della Chiesa solo qualora lo ritenesse giusto. Una parte significativa degli abitanti della Boemia, compresi gli strati più alti della popolazione, iniziarono a vedere in Jan Hus un maestro e una guida spirituale.

Il verdetto di Costanza li indusse a opporsi non solo al re Sigismondo di Lussemburgo e a numerosi altri compatrioti ma anche a tutta l’Europa, che negli anni 1420-1434 tentò di riportarli all’obbedienza attraverso cinque crociate. I Boemi fedeli al ricordo di Jan Hus cominciarono a essere chiamati “hussiti” e sotto la guida di Praga e di Tábor – fondata nel 1420 in Boemia meridionale come roccaforte della nuova fede e rifugio di salvezza – non si piegarono durante queste guerre sanguinose.

Nel XXI secolo la lunga e appassionata polemica sulla sua eredità in Boemia e in Europa ha iniziato ad affievolirsi. La personalità di Hus, la sua opera e la sua morte stanno diventando un appello alla pace e alla ricerca dell’unità della cultura europea nella sua varietà.

 

Luogo di svolgimento:

Biblioteca Ambrosiana, Milano

Data

05/giu/2015 18.00

Organizzatore principale:

Istituto Culturale Ceco è co-organizzatore dell´evento


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato