Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

19/gen/2018

Markéta Pilátová presenta a Milano il suo libro “In qualcosa dovremo pur somigliarci”

Siamo lieti invitarvi alla presentazione del libro “In qualcosa dovremo pur somigliarci” (Atmosphere libri - 2018) di Markéta Pilátová che si terrà venerdì 19 gennaio 2018 ore 18.30 presso il Centro Ceco, Via G. B. Morgagni 20 Milano (MM1 Lima). A dialogare con l´autrice sarà Laura Angeloni, traduttrice del libro. Seguirà la firma delle copie. l´acquisto del libro sarà presente la libreria internazionale Il Libro. L'iniziativa fa parte di un ciclo di incontri realizzato dal Centro Ceco “ Le Donne nella Letteratura Contemporanea Ceca”, che presenterà nel primo semestre del 2018 le autrici ceche: Markéta Pilátová, Kateřina Tučková, Bianca Bellová e Radka Denemarková.

 

PILATOVÁ MARKÉTA – In qualcosa dovremo pur somigliarci

Autrice: Markéta Pilatová nasce a Kroměřiži nel 1973. Scrittrice e giornalista, risiede attualmente a Buenos Aires, dove lavora come lettrice di lingua ceca. Collabora con varie riviste tra cui il noto settimanale Respekt, su cui scrive reportage e recensioni letterarie.

Sul romanzo: Marta, Lena. Figlie di cechi che ai tempi della seconda guerra mondiale emigrarono in Brasile, e a causa della dittatura comunista non fecero mai ritorno. Entrambe in un momento di crisi, decidono di recarsi a Praga alla ricerca delle loro radici e di nuove possibilità. A Praga si incontrano e costruiscono un’amicizia forte, solidale, che si nutre della loro diversità e del loro differente approccio alla vita. Marta, empatica e sensibile, trova lavoro in un bar e arrotonda vendendo sciarpe fatte a mano, dedicando il suo tempo libero al volontariato in un ospedale psichiatrico. Lena, emancipata ed energica, aiuta Marta con le sciarpe e si impegna a decifrare la cultura di quel paese che conosce troppo poco, perfezionando la lingua e leggendo libri su libri. Il viaggio verso loro stesse le porterà a scoprire anche l’amore, Marta con lo psichiatra dell’ospedale in cui lavora, Lena con il fattore dell’azienda agricola che sua madre possiede in Brasile. Luiza e Maruška appartengono a un’altra generazione, quella che ha vissuto la guerra sulla propria pelle. Luiza è brasiliana ed è sempre vissuta a San Paolo. Maruška è ceca, i suoi genitori sono morti in un campo di concentramento, e quando ha avuto la possibilità di emigrare ha scelto di restare nella sua terra, vivendo in una sorta di rimpianto malinconico per aver lasciato partire Jaromir, il suo grande amore, condannando se stessa alla solitudine. Non si conoscono, Luiza e Maruška, eppure hanno vissuto l’una nell’ombra dell’altra, ad unirle un uomo, Jaromir, che pur avendo sposato Luiza non ha mai dimenticato Maruška e ha continuato, senza celarlo alla moglie brasiliana, a corrispondere con lei per tutta la vita. E quando Jaromir infine cerca la morte con il suicidio, Luiza sale su un aereo decisa a conoscere la sua rivale.

Saranno proprio Marta e Lena ad aiutare le due anziane donne a superare le barriere linguistiche e il risentimento che negli anni hanno covato l’una per l’altra, assecondandole nel loro comune bisogno di riordinare il passato e ricostruire l’ambigua figura dell’uomo che entrambe hanno amato. Insieme scoprono che Jaromir era un agente segreto doppiogiochista e che della sua vita aveva fatto parte una terza donna, Johanna, una giovane rom conosciuta in un campo di concentramento. Capitolo dopo capitolo Marta, Lena, Luiza e Maruška danno voce al racconto, a completare il quadro si aggiungono le lettere di Jaromir e i suoi stralci di diario. Ne emerge una storia ricca e profonda scritta in uno stile fresco e poetico, che si dipana sullo sfondo di due mondi, tra la razionalità europea e il Brasile intriso di superstizione e magia.

 

Luogo di svolgimento:

Via G.B. Morgagni 20
20129 Milano
Italia

Data

19/gen/2018

Organizzatore principale:

Centro Ceco


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato