Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

11/mag/2019 - 24/nov/2019

Former Uncertain Indicated. Stanislav Kolíbal ritorna in Italia per presentare alla Biennale di Venezia

Sarà proprio Stanislav Kolíbal a rappresentare la Repubblica Ceca alla 58° Biennale di Venezia, prestigiosa esibizione internazionale d’arte che si terrà dall‘ 11 maggio al 24 novembre a Venezia. Una volta artista proibito dal regime comunista, quest’anno presenterà le sue opere nel padiglione ceco e nel quello slovacco.

 

Kolíbal, nella mostra chiamata ‘‘Former Uncertain Indicated‘‘ esibirà non solo opere create negli anni sessanta e settanta, ma anche opere nuove, ispirate dal lavoro dell’architetto Otakar Novotný, il quale ha creato il padiglione cecoslovaccho nel 1925. La Biennale del 2019 porta il tema di un’antica maledizione cinese  May You Live in Interesting Times (‘‘che tu possa vivere in tempi interessanti‘‘) che evoca tempi di disordini, di incertezza e crisi, appunto come quelli che stiamo vivendo.

Kolíbal riflette questo argomento nel suo padiglione, siccome il tempo è uno degli elementi fondamentali della sua esibizione, nel senso che diversi tempi portavano diversi approcci alla percezione della sua opera. Ha avuto dei successi su scala internazionale, con l’esibizione proprio a Milano nel 1973, ma subito dopo fino al 1979 il lavoro di Kolíbal era proibito dal regime comunista. L‘Italia è però rimasta al centro della sua attenzione. La mostra preparata per la prestigiosa Biennale quindi rappresenta anche un ritorno ai suoi inizi internazionali.

Il progetto è a cura di Dieter Bogner, uno dei personaggi importanti della contemporanea scena artistica austriaca, che ha conosciuto Kolíbal negli anni ’90 e i due sono rimasti amici. Commissario del padiglione è Adam Budak della Galleria Nazionale a Praga.

Insieme alla mostra sarà preparato anche un nuovo catalogo, al quale cooperano vari professionisti anche dall’estero, come la storica dell’arte Terezie Nekvindová (Accademia dell‘arte, Praga), il matematico Jaroslav Nešetřil (Università Carolina, Praga), il linguista Martin Prinzhorn (Università di Vienna) , il teorico dell’architettura Jan Tábor (Vienna) e i curatori Christian Rattemeyer (Musem of Modern Art, New York) , Juliet Bingham (Tate Modern, Londra)  e Alicia Knock (Centre Pompidou, Parigi).

Stanislav Kolíbal (*1925, Orlová, Cechoslovacchia) ha studiato design grafico all‘Accademia dell’arte, architettura e design e scenografia all’Accademia delle arti musicali a Praga. Dagli anni ’60 sviluppa uno stile creativo molto individuale, che si concentra sulla rivalutazione del minimalismo e dell‘ arte concettuale.  Le sue opere bidimensionali e tridimensionali sfocano i confini tra pittura, disegno, scultura e architettura.

Curatore della Biennale: Ralph Rugoff

foto © Martin Polák

Luogo di svolgimento:
Giardini di Castello, Venezia
Data

Da: 11/mag/2019
A: 24/nov/2019

Organizzatore principale:


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato