Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

News

Campi di grano e campi di battaglia dello scrittore ceco Vladislav Vančura in italiano

17/2/2017 La casa editrice Poldi Libri è felice di annunciare la recente pubblicazione del suo ultimo libro,” Campi di grano e campi di Battaglia” dello scrittore ceco Vladislav Vančura. Il libro che descrive la crudeltà di Prima guerra mondiale è stato tradotto da Tiziano Marasco e pubblicato nel novembre 2016.

Il libro

Spiazzante, denso e complesso a dispetto della sua brevità, Campi di grano e campi di battaglia è un grande affresco della Prima Guerra Mondiale. Con occhio critico e stile apocalittico Vančura ritrae alla periferia dell’Impero asburgico un microcosmo di umanità di diversa appartenenza sociale nel momento in cui viene travolto dall’inesorabilità della Storia. Al di là dell’inappellabile condanna del conflitto in sé, quest’opera racchiude, in realtà, una fede nel riscatto degli uomini verso una nuova società e ci ricorda con vivida durezza la realtà della Grande Guerra che ha toccato direttamente anche l’Italia.

Vladislav Vančura

Nato nel 1891 e condannato a morte nel 1942 dall’occupante nazista per le sue ferme convinzioni comuniste, Vladislav Vančura è una delle voci più note e sorprendenti della letteratura ceca del Novecento. Crea un suo stile originalissimo unendo solennità e miseria, stile arcaicizzante e incursioni nel vernacolare. Per le sue sperimentazioni linguistiche nella letteratura italiana può essere accostato a Carlo Emilio Gadda. Protagonista delle avanguardie della neonata Cecoslovacchia, tra il 1923 e il 1942 pubblica numerosi romanzi e racconti, opere teatrali e sceneggiature cinematografiche. In italiano sono stati tradotti “Il cavalier bandito e la sposa del cielo” e “Un’estate capricciosa”.