Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

COMUNICATI STAMPA

Notte della Letteratura 2012

Il Centro della Repubblica Ceca presenta la “Notte della Letteratura“, serata di incontri all‘insegna della poesia e della letteratura. Saranno presenti Patrik Ouředník, autore del celebre romanzo “Europeana, storia breve del ‘900”, di “Istante propizio, 1855” e di altri libri editi dalla casa editrice :duepunti di Palermo, Paolo Nori che leggerà alcune pagine di Ouředník, Tiziana Menotti, traduttrice in italiano di vari libri (tra cui “Lettera ai Figli”, di Anna Hyndráková) che esporrà la traduzione del libro “Alfons Mucha” scritta dal figlio Jiří Mucha, e la casa editrice Fra, che presenterà i suoi nuovi autori di poesie. La Notte della Letteratura 2012 avrà luogo al Centro della Repubblica Ceca in Via G.B. Morgagni 20, Milano il 16 maggio 2012, dalle ore 19:00

Patrik Ouředník

Scrittore, nato a Praga nel 1957 e residente a Parigi, entra nel panorama letterario europeo con “Europeana, breve storia del XX secolo”, libro dell’anno 2003 in Repubblica Ceca,  tradotto in ventritrè lingue e divenuto immediatamente un successo internazionale.

“Europeana” narra la storia del XX secolo da un punto di vista totalmente diverso e con uno stile totalmente estraneo alla letteratura moderna. Temi e argomenti diversi vengono accostati, prelevati apparentemente a casaccio dal barile della memoria, rivelando con orrore sconcertante la vera identità del XX secolo, con la sua inesauribile follia. Stilisticamente è eliminata ogni forma di consecutio temporum, così come l’uso delle virgole.

Patrik Ouřednik non è solo autore di questo libro, ma anche traduttore di numerosi testi dal francese al ceco (tra cui opere di Beckett, Vian, Queneau, Jarry e Rabelais) dal ceco al francese (Hrabal, Holub e Grusa), oltre che redattore e docente universitario. Altre sue opere di rilevante importanza sono i romanzi “Istante propizio, 1855”, “Oggi e Dopodomani, Discorsi di cinque sopravvissuti”, editi anche in Italia, e “Anno ventiquattro” (Rok čtyřiadvacet), “Caso archiviato” (Ad acta), e le poesie “La casa dello scalzato” (Dům bosého) e “Tanto più” (Neřkuli) e i temi “Alla ricerca della lingua perduta” (Hledání ztraceného jazyka) e “Utopus in persona mi fece isola” (Utopus to byl, kdo učinil mě ostrovem).

Per la casa editrice :duepunti ha curato le edizioni italiane di François Rabelais, “Trattato sul buon uso del vino”, e Jan Zábrana, “Tutta una vita”.

Ouředník ha ricevuto numerosi premi, tra cui ”I Migliori Libri del decennio” dal quotidiano inglese The Guardian per “Europeana” e “Libro dell’Anno 2007” del giornale La Stampa per “Istante propizio, 1855”.

 

Tiziana Menotti

Tiziana Menotti è medico e slavista, appassionata di lingua e cultura ceca. Ha  tradotto in lingua in italiana i libri “Tutto bene, grazie”  di Ivan Medek e “Lettera ai Figli” di Anna Hyndrichova, editi da Medusa Edizioni. Alla Notte della Letteratura Tiziana Menotti presenterà la sue ultime traduzioni, tra cui il libro “Alfons Mucha”, dedicato ad uno dei più importanti artisti di Art Noveau, autore di cartelloni pubblicitari e manifesti teatrali, tra i quali il famoso manifesto per “La Signora delle Camelie”, dedicato all’attrice Sarah Bernhardt.

Il romanzo, scritto dal figlio Jiří Mucha, non solo ripercorre l’intera vita del pittore moravo, ma fornisce al lettore uno spaccato dell’epoca a cavallo tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo di grande valore storico e culturale. Le grandi capitali della cultura del tempo come Vienna, Monaco, Praga, New York, ma soprattutto Parigi, la “Ville Lumiere” dell’Esposizione Universale del 1900, offrono allo scrittore non solo la possibilità di raccontare l’escalation artistica e sociale di Alfons, ma di presentare al lettore un’immagine per certi versi inedita dell’Europa e dell’America in un momento di grandi mutamenti storico-politici, sociali e culturali spesso drammatici. Nel corso degli anni l’autore, narratore onnisciente che racconta, indaga, valuta e ricorda con accuratezza e scrupolosità, rivisitò il libro numerose volte, attualizzandolo per mezzo di stralci di articoli di nuova pubblicazione, di libri, cataloghi, notizie inedite, approdando negli anni Ottanta alla versione definitiva, un testo narrativo coinvolgente dallo stile sobrio ed elegante che, attraverso una descrittività quasi pittorica e una squisita raffinatezza espressiva, offre l’immagine vera di un uomo e del suo tempo.

Jiří Mucha, figlio dell’artista Alois Mucha, è stato un romanziere, giornalista e sceneggiatore ceco. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stato corrispondente di guerra per la BBC in Nord Africa, India, Birmania, Cina, Italia, e Francia. Di ritorno in Cecoslovacchia nel 1951 è accusato di spionaggio e spedito come medico nelle miniere di carbone e uranio. Rilasciato nel 1955, lavora come sceneggiatore per diversi film cechi e traduttore di testi dall’inglese. Morirà a Praga il 5 Aprile 1991.

 Altra traduzione presentata sarà l’opera “Byly jsme tam taky”, di Dagmar Šimková. Incarcerata quasi 15 anni per le sue origini borghesi e per aver distribuito volantini contro il regime, il libro offre un realistico spaccato delle condizioni di vita nelle prigioni femminili della Cecoslovacchia comunista.

La Casa editrice FRA

FRA nasce nella Repubblica Ceca nel 2002, evidenziandosi fin da subito come casa editrice alternativa.  Si specializza nella pubblicazione di libri di autori cechi e stranieri poco noti nel panorama letterario ceco con uno stile di pubblicazione non convenzionale, dai libri tascabili, piccoli e leggeri, e dalla grafica accattivante.

Nel 2005 apre a Praga un caffè Letterario, il caffè Fra, diventato molto presto il luogo di incontro preferito di letterati famosi e del pubblico comune. Quasi ogni settimana il caffè organizza incontri di lettura con i maggiori autori del momento.

Alla Notte della Lettereratura saranno presenti uno dei fondatori della casa editrice FRA,  Erik Lukavský, traduttore fra gli altri di testi letterari magrebini in lingua francese, tra cui Atík Rahímí: Země a popel (2002) e Tahar Ben Jelloun: Poslední přítel (2011), la redattrice Anežka Charvátová, ispanista, esperta di romanistica e traduttrice dallo spagnolo, italiano e francese, e la poeta e scrittrice Sylva Fischerová, autrice di poesie quali Velká zrcadla (1990), V podsvětním městě (1994) e Šance, e di una serie di racconti intitolata Pasáž, segnalata al concorso Magnesia Litera 2011.

Programma

19:00 – 20:00 Casa Editrice FRA

 

20:00 – 20:45 Tiziana Menotti

 

21:00 – 22:00 Patrik Ouředník e Paolo Nori

 

Contatti

Centro della Repubblica Ceca

Via G. B. Morgagni, 20

20129 Milano

T: +39 02 29411242

F: +39 02 29411188

e-mail: ccmilan@czech.cz